POZZUOLI – Contributi mai versati per i propri dipendenti pari a quasi 900mila euro. E’ l’accusa nei confronti del titolare di una ditta edile di Pozzuoli. Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari su richiesta della Procura partenopea, ed eseguito dal Nucleo di polizia economica finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli.

DUE ANNI DI MANCATI VERSAMENTI – Secondo le indagini, l’amministratore dell’azienda avrebbe omesso il versamento delle ritenute per due anni di seguito, nel 2015 e nel 2016, per un importo totale di 871.087,86 euro. Le fiamme gialle hanno dunque sequestrato le somme ad iniziare dai conti correnti della società, nonché su alcuni beni immobili posseduti dal titolare nella zona di Posillipo. «L’operazione testimonia il forte impegno dell’autorità giudiziaria e della Guardia di Finanza nel contrasto all’evasione fiscale – sottolineano dal comando provinciale – che, come noto, danneggia le finanze dello Stato, altera la leale concorrenza tra le aziende ed impedisce l’equa ripartizione del carico fiscale tra cittadini e imprese».