POZZUOLI – Controlli massicci sul territorio flegreo per far fronte al dilagante fenomeno del contrabbando di sigarette. Nel corso delle ultime settimane il comando provinciale della Finanza ha disposto una capillare intensificazione dei servizi nel Napoletano. L’altro giorno i finanzieri appartenenti al Gruppo di Pozzuoli, al termine di un’attività info-investigativa, hanno arrestato due uomini, sequestrando complessivamente 1993,400 chilogrammi di sigarette di contrabbando e due furgoni. In particolare, le fiamme gialle flegree, durante un’ordinaria attività di controllo del territorio, hanno attenzionato un furgone che, dopo in lungo pedinamento, è stato visto entrare all’interno di un vicolo del centro storico di Mugnano di Napoli.

IL BLITZ – Le successive operazioni di controllo, effettuate prontamente dai finanzieri, hanno permesso di sorprendere due uomini, entrambi di Napoli, mentre trasbordavano scatole di sigarette da uno dei furgoni all’interno di un locale adibito allo stoccaggio dei tabacchi lavorati esteri. I due responsabili, su disposizione dell’autorità giudiziaria di Napoli nord, sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari. L’attività eseguita testimonia il costante presidio esercitato dal corpo sul territorio a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.

LA VENDITA IN STRADA – Complice la crisi economica e la cronica mancanza di lavoro, sempre più famiglie fanno ricorso al contrabbando per avere un’entrata sicura. Il risultato è evidente e basta fare un giro per le strade dell’hinterland per vedere bancarelle sistemate alla meno peggio accanto ad incroci e pacchetti di sigarette esposti come capita. Nelle ultime settimane le forze dell’ordine hanno eseguito una serie di controlli per limitare un fenomeno che crea ingenti danni alle casse dello Stato.