POZZUOLI – Dopo le dichiarazioni rilasciate da Sandro Cossiga a “Cronaca Flegrea” e a “Il Mattino” che aveva definito “superato” il tavolo di coalizione, chiesto di ridurre il numero degli alleati e tagliare con le passate amministrazioni Figliolia, nella tarda serata di ieri è arrivato il documento con il quale le forze di centrosinistra hanno cacciato dalla coalizione Campania Libera. E’ stato firmato da sette degli otto alleati: Partito Democratico, Democrazia e Libertà, Italia Viva, Sinistra Italiana, Davvero Ecologia, Progetto in Comune e Iniziativa Democratica. Il movimento Spazio Democratico, che fa capo a Carlo Morra, si è infatti tirato fuori condividendo il merito ma non il metodo.

LA CACCIATA – “In considerazione nelle notizie apprese nel corso della scorsa settimana, le sottoscritte forze politiche della costituenda coalizione di centrosinistra – si legge nella nota firmata dalle 7 forze – prendono atto della posizione assunta dagli esponenti di Campania Libera che, in ogni caso, stigmatizzano ritenendo inaccettabili le dichiarazioni divulgate a mezzo stampa che esauriscono, in maniera irreversibile, i motivi per poter continuare l’esperienza insieme. Esternazioni che collidono, palesemente, con i principi sanciti nei vari documenti sottoscritti dalle forze civiche e politiche nel corso degli ultimi mesi”. 

I MOTIVI – “Il percorso politico programmatico, iniziato qualche mese fa per costruire la coalizione che dovrà presentarsi alle prossime amministrative, -si legge nel documento- basa le sue fondamenta sulla continuità politica ed amministrativa degli ultimi dieci anni dei governi cittadini guidati dal sindaco Vincenzo Figliolia. Tendere a quella continuità è un pilastro politico che non può essere assolutamente scardinato. Infine, è necessario perseguire, celermente, la partecipazione alla costituenda coalizione di centrosinistra delle forze politiche e civiche che intendono dare il loro contributo sul piano politico e programmatico per lo sviluppo del territorio”.