Immagine di repertorio

POZZUOLI – La giornata del primo maggio sfocia in violenza a Pozzuoli. Un 50enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, vive con sua madre, 77enne; con loro c’è anche la sorella dell’uomo che di anni ne ha 53 ed è ospite per la giornata di festa. Una parola tira l’altra e il pranzo tra parenti lascia spazio alla violenza. L’uomo perde le staffe e aggredisce sua madre mettendo completamente a soqquadro l’abitazione. Nel panico più totale la sorella chiede aiuto al 112 e poco dopo intervengono i carabinieri della Compagnia di Pozzuoli. Sono 3 le pattuglie che intervengono e che arrestano il 50enne per maltrattamenti in famiglia. L’anziana va a casa della figlia mentre il 50enne è sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. Passa poco tempo e al 112 arriva un’altra richiesta di aiuto. L’arrestato era evaso ed era andato a casa di sua sorella per minacciare ancora una volta la mamma. I carabinieri rintracciano l’uomo nell’abitazione materna (era rientrato) ma questa volta viene trasferito nelle camere di sicurezza della caserma dove attenderà il direttissimo.