1956716_10203665945797777_197894927_o
La cantante 27enne di Pozzuoli, Valentina Ranalli

di Violetta Luongo
POZZUOLI –
Aveva tre anni quando ha cominciato a intonare le prime strofe in parrocchia con la madre ed ora dopo 24 anni Valentina Ranalli canta in tv per Raffaella Carrà. Per Valentina il canto è qualcosa che va oltre la semplice passione, è un andare sempre avanti, sfidare se stessa per raccontare una storia, quella fatta di parole e musica che possa suscitare emozioni e sensazioni in chi l’ascolta.  

UN SOGNO DA REALIZZARE – Il canto la accompagna da sempre, non c’è un momento che ella non ricorda senza di esso. Sedici anni di studio, con la tecnica sempre più approfondita, passando dalla lirica, alla musica leggera fino ad approdare al jazz. E’ quello il suo sogno, diventare una cantante e musicista di jazz. La Ranalli si divide tra Pozzuoli e i suoi amici di via Napoli, e Lucca, studia al Conservatorio pianoforte e violoncello. «Mi sono innamorata del particolare – racconta – tento di fare una musica che non sia banale ma colta e intellettuale. Vorrei che la musica spingesse a pensare, a riflettere e a interagire con il musicista». A breve uscirà un suo disco preceduto da un suo libro che racconta in chiave ironica le vicissitudini più assurde e particolari che accadono alla categoria di musicisti. E’ il cantate statunitense George Benson il suo maestro ispiratore: «Non è il suo modo di cantare che ricalco – dice – ma il suo entusiasmo e le sue continue sperimentazioni per una musica a 360 gradi».

APPRODA A RAI DUE – E dopo infiniti provini e selezioni viene scelta per esibirsi sul palco del programma televisivo di Raidue “The Voice of Italy”, troppo distratta per iscriversi ma ci pensa la madre. In migliaia per le preselezioni che riesce a superare e ad arrivare tra i primi 150. Non ha la solita grinta, scoraggiata dai tempi difficili, dai troppi provini non andati bene e dalla forte concorrenza, ma sul palco dà il meglio di sé. Audizioni al buio, lì conta solo la “voce” e Valentina canta “Limpido” di Laura Pausini. E così sarà l’ultima scelta da un coach d’eccezione, Raffaella Carrà la vuole nella sua squadra, tra i suoi 16 cantati. La prima fase è superata. «La prima persona alla quale ho telefonato è stata mia madre, era emozionatissima e commossa, orgogliosa e fiera di me», racconta. Il sogno per la Ranalli dunque continua.

GUARDA IL VIDEO DELLA PUNTATA