DSC_0097
In sciopero gli operai Fipa del Rione Terra

di Violetta Luongo

POZZUOLI – A rischio l’apertura del Rione Terra, da tre giorni in sciopero 35 operai Fipa. Al lavoro solo 20 operai Igeca. Si teme che l’inaugurazione della cattedrale prevista per l’11 maggio, e attesa da ormai troppi anni, possa nuovamente slittare. Braccia conserte per i lavoratori che dicono di rivendicare solo i loro diritti negati. In mattinata sul posto sono intervenuti anche gli agenti del Commissariato di Polizia di Pozzuoli «Non percepiamo la cassa integrazione da ottobre – spiega l’operaio Luigi Carullo – abbiamo solo chiesto un anticipo di 500 euro per poter festeggiare tranquillamente la Pasqua. Abbiamo fatto una richiesta che è rimasta inascoltata. Non abbiamo avuto alcun programma di lavoro, non sappiamo che fine faremo dopo l’11 maggio».  

IL PROGRAMMA C’E’ FINO AL 2016 – Dichiarazioni smentite dal direttore del cantiere l’ingegnere Giuseppe Giannini: «L’azienda è disposta ad andare incontro alle esigenze degli operai, già sette di loro hanno fatto richiesta di anticipo del Tfr e lo hanno avuto, chiunque faccia richiesta l’avrà. Ancora dobbiamo capire le motivazioni di questo sciopero, abbiamo fatto una richiesta ufficiale per saperne di più. Non è vero che non conoscono il piano di lavoro, abbiamo un progetto che prevede l’intero finanziamento dei 30 milioni, siamo coperti e organizzati fino al 2016».