POZZUOLI – Gli occhiali scuri per nascondere gli occhi arrossati e lacrimanti, il viso sconvolto dal dolore. L’ingresso in chiesa della salma di Pierluigi Rotta, agente di polizia ucciso durante la sparatoria in Questura a Trieste, avviene sotto lo sguardo triste e addolorato della sua fidanzata Carmen. Accanto a lei i familiari e i colleghi del giovane agente di 34 anni. Lacrime e commozione anche all’uscita dalla chiesa quando è stata trasmessa una canzone che Carmen ha dedicato al suo Pierluigi. Il brano “Pianeti” di Ultimo era il preferito del giovane agente di polizia strappato alla vita insieme al collega Matteo Demenego.