Immagine di repertorio

POZZUOLI – Camminava di fronte al Tempio di Serapide, in pieno centro a Pozzuoli, facendo schioccare una frusta. Quando gli agenti della Polizia Metropolitana di Napoli gli hanno chiesto cosa stessa facendo e perché fosse lì anziché rispettare i divieti imposti dalle norme anti-contagio, l’uomo ha risposto che stava praticando attività sportiva. A quel punto gli ufficiali del Corpo della Città Metropolitana non hanno potuto fare altro che sanzionarlo ai sensi dell’art. 4 del Decreto Legge 19/20 con una multa da 400 euro. Sempre nel comune flegreo, un altro uomo circolava con un’auto di grossa cilindrata “senza giustificato motivo”: a lui elevata una sanzione di 670 euro. Sono due delle 48 persone sottoposte al controllo della Polizia dell’Ente guidato dal sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, nel territorio del comune di Pozzuoli: per le altre 46 non sono state rinvenute irregolarità, così come pure per l’esercizio commerciale presso cui gli agenti hanno provveduto ad effettuare verifiche.

I CONTROLLI – Sono state in tutto 164 le persone e 24 le attività commerciali – per un totale di 188 controlli – per le quali sono scattate le verifiche della Polizia Metropolitana nella giornata di ieri nell’ambito dei pattugliamenti disposti per il rispetto dei divieti imposti dalle recenti disposizioni che hanno limitato ai soli casi di assoluta necessità, ai motivi di lavoro e di salute gli spostamenti delle persone per evitare la diffusione del contagio da coronavirus. Due i verbali elevati. Oltre a quelle nel territorio flegreo, gli agenti diretti dal Comandante Lucia Rea hanno controllato 13 persone a Caivano, mentre nell’area nolana sono state 10 a Poggiomarino e 20 a Striano, insieme a 20 esercizi commerciali, ad essere oggetto di accertamento. Nella penisola sorrentina, altra zona affidata agli agenti del Corpo di Polizia Metropolitana nell’ambito del protocollo coordinato da Prefetto e Questore per le misure di contrasto alla diffusione del Covid-19, effettuate verifiche su 17 soggetti nel territorio del comune di Meta. A Napoli, le divise di Palazzo Matteotti hanno controllato 16 persone alla Pignasecca, una delle zone della città maggiormente sotto osservazione per la presenza di numerosi piccoli negozi perlopiù di generi alimentari, e altre 40, e 3 negozi, nelle aree di via Ferrara e via Nazionale, nella zona più comunemente definita della Ferrovia. Nessuna violazione rilevata.  Da quando, due settimane orsono, la Polizia della Città Metropolitana di Napoli ha chiesto e ottenuto di entrare nel protocollo anti-coronavirus, su disposizione del Sindaco Luigi de Magistris sono state raddoppiate le pattuglie in campo, portando all’80% delle forze disponibili il contingente dedicato a questo tipo di attività, ed è stata anche attivata un’apposita sala di coordinamento presso il Comando di via Pietravalle. Soddisfazione per l’operato degli agenti è stata espressa dal Consigliere Metropolitano Delegato alla Polizia Metropolitana, Carmine Sgambati.