Un posto di blocco dei carabinieri a Giugliano
Un posto di blocco dei carabinieri a Giugliano

GIUGLIANO – Due persone arrestate e 7 denunciate. E’ questo il bilancio di un’operazione “Alto Impatto” messa in campo dai carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania. I due arresti sono stati effettuati nei confronti di persone accusate di spaccio di droga e per una misura restrittiva emessa dalla Magistratura. In manette, in flagranza di reato, per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, è finito Vincenzo Mastellone, 32 anni, residente a Melito di Napoli. Durante perquisizioni, personale e domiciliare, l’uomo è stato trovato in possesso di 15 grammi di stupefacenti: 32 dosi di cocaina e 2 confezioni di marijuana, oltre a 200 euro in banconote di vario taglio ritenute provento d’illecita attività.

 

PENA INASPRITA – Mentre su ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal Gip di Napoli Nord è stato invece tratto in arresto Mario Fiorella, 39 anni, residente a Napoli in via Cocchia, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era agli arresti domiciliari perchè giudicabile per rapina aggravata e la misura cautelare più pesante è stata emessa dopo il suo arresto per evasione eseguito il 15 novembre dalla stazione carabinieri di Varcaturo.

 

IL BILANCIO – Nel contesto dell’operazione “Alto Impatto” 3 persone sono state sorprese su strada mentre esponevano in vendita sigarette di contrabbando, un totale di circa 5 chilogrammi di “bionde” senza il sigillo del Monopolio di stato, e 4 persone sono state sorprese alla guida di veicoli senza aver mai conseguito la patente. Mastellone è ai domiciliari in attesa di convalida e rito direttissimo, mentre Fiorella è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.