POZZUOLI – Oltre 80 terremoti in una settimana nell’area dei Campi Flegrei. Dal 4 al 10 aprile i sismografi dell’Osservatorio Vesuviano hanno registrato, infatti, 82 eventi tellurici. Secondo l’ultimo bollettino settimanale il valore medio della velocità di sollevamento nell’area di massima deformazione da dicembre 2021 è di circa 13±2 mm/mese. Il sollevamento registrato alla stazione GPS di Rite è di circa 88 centimetri a partire da gennaio 2011. I flussi di CO2 dal suolo misurati nell’ultima settimana non hanno, invece, mostrato variazioni significative. Il sensore di temperatura installato in una emissione fumarolica a 5 metri dalla fumarola principale di Pisciarelli ha mostrato un valore medio di ~95°C. Nel corso del mese di marzo scorso, nell’area dei Campi Flegrei, sono stati registrati 339 terremoti. La scossa di terremoto più forte è quella dello scorso 29 marzo: l’intensità dell’evento, secondo quanto riferito dall’Osservatorio Vesuviano, è stata di 3,6 della scala Richter. Si tratta della scossa più intensa dalla ripresa del fenomeno negli ultimi dieci anni, superiore all’evento del 16 marzo scorso che fu di magnitudo 3,5.