torreg-frana-2MONTE DI PROCIDA – Un Consiglio Comunale straordinario da indire al più presto. E’ quanto chiede, compatta, l’opposizione in seno all’Assise di via Quandel affinché si discuta in seduta pubblica delle problematiche relative a via Salita Torregaveta. L’arteria che mette in collegamento Bacoli con Monte di Procida è interdetta al transito veicolare dalla mattinata di lunedì, 19 settembre, a causa del secondo evento franoso che l’ha vista cedere rovinosamente a valle. Un tratto che dal 2014 attendeva interventi di messa in sicurezza dopo lo smottamento di due anni fa a seguito del quale venne consentito il transito soltanto a senso di marcia alternato regolato da semaforo.

richiesta-cc-2I FIRMATARI – A firmare la richiesta, i consiglieri di minoranza Paola Carannante, Rocco Assante di Cupillo, Carmela Pugliese, Rossana Scotto di Carlo e Luigi Illiano. «E’ da quando ci siamo insediati che ho preso a cuore la disastrata situazione in cui versa via Salita Torregaveta. Di concerto con il Dott. Michele Aquilone, contattai diverse ditte al fine di ottenere un preventivo che ponesse nero su bianco la cifra necessaria alla realizzazione di opere di messa in sicurezza dell’arteria e relativi interventi – spiega la consigliera indipendente Carannante – Ricevemmo due preventivi e la cifra più alta ammontava a 90mila euro. Forte di questo preventivo, chiesi al Sindaco di procedere in danno alla Città Metropolitana, al fine di evitare ulteriori disagi alla cittadinanza e al promontorio. All’epoca, il capo dell’Esecutivo non volle darmi retta».

Carmela PuglieseI SOLLECITI AD INTERVENIRE – Sono invece ben due le interrogazioni a firma della consigliera Pugliese che sino ad oggi non hanno trovato risposte concrete tra le stanze dei bottoni. «Ho sempre cercato di mantenere alta l’attenzione su via Torregaveta e la viabilità in generale nel piccolo centro flegreo – spiega il capogruppo di RinasciMonte – nel caso specifico, presentai ben due interrogazioni in Consiglio Comunale:una il 30/10/2015 in merito alla viabilità e allo stato dei lavori ed un’altra il 4/7/2016 sempre sullo stesso argomento ben 9 mesi dopo. Ma nessuna delle due è stata sufficiente ad avere chiarezza sui tempi e su i progetti da realizzare. Che dire, l’opposizione unita su un problema comune a Monte di Procida con la richiesta di Consiglio vuole portare proposte operative e vuole risposte precise sui tempi senza polemiche. Ma ho seri dubbi che questo Sindaco e quest’amministrazione potranno risolvere il problema gravissimo. Le soluzioni ai problemi non le hanno e questo per la sottoscritta come Montese e come Consigliere è un grande dolore. Siamo impegnati con tutte le nostre energie a intervenire ma se ascoltassero di più sarebbe più semplice».