corso umberto IMONTE DI PROCIDA – Una donna è stata scippata in pieno giorno. E’ successo nella tarda mattinata di oggi, venerdì 2 settembre, a pochi passi da Piazza XXVII Gennaio. La vittima stava camminando nei pressi del “Bar Pina”, in Corso Umberto quando due uomini, a bordo di uno scooter, molto probabilmente un Sh di colore scuro, le si sono avvicinati. A scipparle violentemente la collanina dal collo, il passeggero mentre il conducente, una volta assicuratosi che il complice avesse messo a colpo il segno, ha immediatamente accelerato per poi far perdere ogni traccia di sé.

SCIPPATORI IN FUGA – Nella fuga, i due malviventi hanno rotto lo specchietto retrovisore esterno di un’auto e rischiato di essere a loro volta investiti. Tanta paura in pochissimi istanti. Abili, dal sangue freddo, le “gazze ladre” che stanno facendo tremare i due comuni limitrofi di Bacoli e Monte di Procida sono riusciti a farla franca, ancora una volta. Impossibile identificare la targa del veicolo sul quale i due ladri viaggiavano in quanto era stata celata con un telo da mare. La vittima, fortunatamente, non avrebbe riportato gravi lesioni. Indagano i Carabinieri della Locale Stazione.

UNA SCENA GIA’ VISTA – Sebbene entrambi i delinquenti indossassero in casco, alcuni testimoni nonché lettori del giornale, ci hanno immediatamente contattati per segnalarci la somiglianza dei due complici con gli stessi scippatori che tra il 20 e il 26 luglio scorso seminarono il panico lungo la litoranea misenate. Anche questi ultimi, infatti, erano a bordo di un scooter modello Honda Sh di colore scuro. A Monte di Procida è il terzo scippo in pochi giorni.