MONTE DI PROCIDA –  Ha 56 anni l’uomo arrestato dai carabinieri della stazione di Monte di Procida. Durante un servizio di controllo del territorio, i militari hanno notato una colonna di fumo provenire da via Torregaveta. Il 56enne stava appiccando il fuoco ad un cumulo di sterpaglie e arbusti accantonati nel suo terreno, rischiando di incendiare anche le terre vicine. I militari gli hanno chiesto di spegnere il rogo e quando gli hanno chiesto di seguirli in caserma ha impugnato un martello da carpentiere. Tra insulti e spintoni ha minacciato di utilizzarlo per colpirli. Poteva cavarsela con una denuncia, ma è finito in manette per resistenza, oltraggio e violenza a pubblico ufficiale. E’ ora in attesa di giudizio.