Una motovedetta della Capitaneria di Porto

LICOLA – E’ guerra ai pescatori di frodo e alle imbarcazioni fuorilegge da parte degli uomini della Capitaneria di Porto di Pozzuoli. I militari diretti dal tenente di vascello Andrea Pellegrino e sotto il coordinamento della Direzione marittima di Napoli condotta dall’Ammiraglio Antonio Basile, hanno effettuato una operazione di contrasto al fenomeno da Licola lungo tutto il litorale domitio con controlli sia in mare che in terra. Oltre mille euro di sanzioni sono state elevate ai danni dei trasgressori.  La Guardia Costiera di Pozzuoli ha operato sul litorale domitio per contrastare la pesca concentrando le proprie risorse in località Licola anche con l’ausilio delle proprie unità navali il cui impiego ha permesso di effettuare controlli in mare ai numerosi battelli intercettati. Durante i controlli i militari hanno elevato sanzioni amministrative per un totale di mille euro nei confronti di imbarcazioni dedite alla pesca di cannolicchi e telline e per reati contro il demanio marittimo.