sportello-bancario-400x215NAPOLI – Si era presentata in un istituto bancario di via Abate Minichini a Napoli, aprendo un conto corrente versandovi prima 200 euro in contanti e, il giorno dopo, un assegno di 76.600,00 euro.

 

CHIEDE DI PRELEVARE DENARO – Ieri mattina la donna, accompagnata da due uomini, si era presentata di nuovo in banca ma questa volta per chiedere un prelievo di denaro in contante di 5mila euro. Dopo aver esibito la carta d’identità, falsa, la donna ha atteso alcuni minuti. Ma mentre i due uomini hanno preferito lasciare la banca la donna è rimasta in attesa fino a che non si è trovata di fronte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale che l’hanno arrestata.

 

AI DOMICILIARI – A.F., napoletana di 51 anni, aveva utilizzato una carta d’identità con le generalità della legittima proprietaria del titolo di credito ma, e per questo sono in corso ancora indagini, finito nelle sue mani e che ha tentato almeno in parte di incassare. La donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari nell’attesa del giudizio con rito direttissimo di stamani, accusata di tentata truffa e sostituzione di persona.