RanieriLEICESTER– Dalla Puteolana al trionfo in Premier. C’è un pezzo di Pozzuoli nel “miracolo Leicester”. Claudio Ranieri ha mosso i primi passi da allenatore tra i professionisti alla guida del Campania Puteolana. Era il 1987 quando l’allora 36enne Ranieri sedeva sulla panchina del Domenico Conte per allenare i “diavoli rossi”. Per l’attuale tecnico campione d’Inghilterra fu la prima esperienza tra i “pro”: infatti l’allenatore di Testaccio aveva allenato l’anno precedente in Interregionale il Vigor Lamezia. Per Ranieri non fu un anno felice, a fine stagione la Puteolana finì in C/2 e lui lasciò la panchina a stagione in corso. Ma è proprio dall’esperienza all’ombra della Solfatara che è partita la sua ascesa. Dopo i diavoli di Pozzuoli Ranieri andò ad allenare il Cagliari con il quale fece il doppio salto dalla C alla A, andando poi a sedersi sulla panchina deiNapoli, Fiorentina, Valencia, Atletico Madrid, Parma, Chelsea, Juventus, Inter, Roma, Monaco, la nazionale della Grecia, fino ad arrivare al Leicester dove ha fatto il miracolo di portare alla conquista del titolo una squadra nata per salvarsi.

L’INGHILTERRA NEL SANGUE – Quello ottenuto con il Leicester è il primo titolo nazionale conquistato dal tecnico romano ed ironia della sorte è in parte collegato al suo inizio in granata. La Puteolana infatti è una squadra di origine inglese essendo stata fondata ad inizio secolo da un gruppo di lavoratori del cantiere Amstrong (poi Sofer). A testimoniare il legame con il calcio d’oltremanica c’è il simbolo stesso: il “Diavolo Rosso” in omaggio al Manchester United.