Al centro il neo presidente Pietro Di Costanzo

POZZUOLI – «Fidatevi di noi e lasciate che siano il tempo ed il lavoro a parlare». E’ visibilmente emozionato, Pietro Di Costanzo, neopresidente della Puteolana 1902 e parla ai tifosi della necessità di voltare pagina e guardare al futuro con ottimismo dopo le recenti delusioni ed è subito diretto nel dire «Non ha senso fare promesse alle quali adesso nessuno crederebbe, so bene quanti schiaffi hanno preso i puteolani dalle loro esperienze, ma conosco anche il nostro modo di fare calcio per cui lasciateci il tempo di lavorare prima di giudicare il nostro operato, chiediamo soltanto questo». Salvatore Di Costanzo e il figlio Pietro hanno già esperienza gestionale nel calcio di categoria, maturata con la squadra del loro quartiere, la Pianurese, ma lo sguardo è quello carico e apprensivo di uno scolaro al suo primo giorno di scuola. «Abbiamo cominciato cinque anni fa dalla prima categoria questa nuova esperienza presidenziale. La nostra idea è quella di cominciare dalle basi e costruire una realtà solida ma passo dopo passo».

IL SOGNO INSEGUITO – Il cinismo e la programmazione si tradiscono però lasciando trapelare passione e ambizione quando si inizia a parlare della “scelta di Pozzuoli”, piazza storica tra le più gloriose del sud. «Pozzuoli è una piazza che abbiamo sempre inseguito. Avevamo già l’opportunità di rilevare la squadra lo scorso anno, ma il Covid e le relative incertezze ci hanno raffreddato l’iniziativa imponendoci l’attesa. Attesa che si è finalmente conclusa con quest’opportunità che non ci siamo lasciati sfuggire e siamo subito andati a discutere con Guarino dopo l’anno appena concluso. Pianura è una realtà in cui abitiamo e lavoriamo purtroppo però limitante da un punto di vista calcistico per il poco seguito e le strutture carenti. Invece guarda qui (indica il campo alle sue spalle), appena l’ho visto mi sono emozionato, è una bomboniera un campo del genere non può stare in queste condizioni». Parole d’amore inattese indirizzate al suo “nuovo” Stadio, il “Domenico Conte” di Pozzuoli, dove la famiglia Di Costanzo ha avviato un’attività di restyling a proprie spese.

LO STADIO – «Abbiamo chiesto ed ottenuto dall’amministrazione Comunale, la possibilità di effettuare dei primi lavori di ristrutturazione. La Tribuna superiore tornerà agibile ed una nuova scritta Puteolana1902. Compariranno i colori sociali intorno al campo cercando di sostituire i pannelli in plexiglass che ostruiscono la visuale». Non aggiunge (una modestia insolita che avvalora il gesto ndr) che la ristrutturazione verrà effettuata interamente a spese societarie. La Puteolana 1902 dunque volta pagina accogliendo una nuova proprietà dopo le recenti e fallimentari gestioni targate Casapulla e Guarino. Nuovi presidenti, Salvatore e Pietro accomunati da un’immensa passione per il calcio e che sostengono di voler mantenere «un profilo basso, senza troppe parole» ma che sembrano guardare nella direzione che la città attende da sempre.