Il puteolano resta solo con il pass" del comune
Il “pass” rimasto nelle mani del 33enne

POZZUOLI – Trentatreenne puteolano rimane “ostaggio” del Consiglio Comunale. E’ accaduto giovedì sera a Pozzuoli dove un giovane puteolano, come da prassi, all’ingresso di Palazzo Migliaresi ha lasciato il proprio documento di riconoscimento (in questo caso la patente di guida) per ricevere il “pass” dagli addetti comunali che erano nell’androne. Finito il consiglio, intorno alle 21 e 30 l’amara scoperta: gli uscieri erano già andati via portandosi con loro il documento del povero malcapitato. Incredulità tra i pochi presenti rimasti all’interno della palazzina, tra cui il comandante della Polizia Municipale Carlo Pubblico e alcuni consiglieri comunali che hanno tentato invano di risalire all’usciere che aveva portato con sé il documento del cittadino.

 

IL RISCHIO DI UN VERBALE – Lo sfortunato è stato così costretto a  fare ritorno a casa con l’auto senza patente di guida, ma semplicemente col “pass” per il consiglio comunale, col rischio di una “salatissima” multa qualora fosse stato fermato a quale posto di blocco. Solo in mattinata, sempre dopo aver guidato col semplice pass comunale, lo sfortunato 33enne è riuscito finalmente a riavere la propria patente, dopo essersi recato presso gli uffici del comune di Pozzuoli.