arco felice vecchioRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – E’ trascorsa oramai una settimana dalla chiusura del tratto viario che attraversa l’Arco Felice Vecchio, senza che alcun provvedimento sia stato adottato. Mi faccio portavoce dell’estremo disagio che la cosa sta procurando soprattutto a tutti coloro che, come me, abitano sulla salita immediatamente prima dell’Arco, costretti ad un giro “infernale” per poter percorrere solo pochi metri di strada. Ci tengo a precisare che in quel tratto non si è mai verificata alcuna frana, ma trattasi di un cedimento strutturale del muro che costeggia la strada e che quell’impalcatura presente è stata montata cinque anni or sono o forse più. Pertanto ritengo sia sconcertante il blocco totale dell’arteria; ad esso si poteva ovviare attraverso la chiusura di un’unica corsia di marcia con l’apposizione di un semaforo.

Ciretta R.