troisi-adorabile-pulcinella
Massimo Troisi ricordato a 20 anni dalla morte

BACOLI – La città ricorda Massimo Troisi. A vent’anni dalla scomparsa dell’attore-regista di San Giorgio a Cremano un evento a lui dedicato che si tiene mercoledì 25 giugno, a partire dalle 20.30, nella Sala Ostrichina presso il Parco Vanvitelliano del Fusaro. Una serata di varietà in cui rivivranno le più significative scene dei film ed alcune tra le più esilaranti apparizioni televisive di Troisi, sketch del trio “La Smorfia” grazie alle rappresentazioni teatrali del “Gruppo Giovani – Parrocchia Sant’Anna” e “Associazione teatrale Archè”.

GLI ULTIMI ATTIMI DI MASSIMO – Sembra ieri che Massimo Troisi ci lasciava subito dopo le riprese del suo capolavoro “Il Postino”. “No, niente Houston: questo film voglio finirlo col mio cuore!” questo disse sul set del suo ultimo film mentre intorno attori, amici e collaboratori gli chiedevano a gran voce di partire per il trapianto. Massimo Troisi non ha mai fatto pesare a nessuno la sua malattia, quel ticchettio della valvola cardiaca non gli impediva di emozionarsi, di amare, di mettere tutto se stesso in ciò che faceva. Attore, comico, regista, sceneggiatore, autore: Massimo era molto di più.

UN PUNTO DI RIFERIMENTO – E’ stato ed è tutt’ora un punto di riferimento per ragazzi e ragazze di tutte le età. Ammirevole la sua filosofia di vita, il suo modo di fare. Inimitabile quel suo eterno giocare, la sua mimica inconfutabile, la sua ironia divertente, originale e mai banale. Un Massimo dall’io profondo, intellettuale e dal forte legame con l’aspetto socio-politico di Napoli grazie al suo amico del cuore, Alfredo Cozzolino, direttamente da San Giorgio a Cremano. Contributi canori da parte di Erin Wakeman e Walter Rossi sulle note di Pino Daniele e Luis Bacalov.