MARANO/QUARTO – E’ stata massacrata di botte da padre e figlio in un negozio di prodotti cinesi in via Campana, nei pressi della “rotonda Maradona”, prima di essere accoltellata la 34enne di Marano aggredita da un’intera famiglia dopo una lite per un posto auto. La vittima, V.B., attualmente è ancora ricoverata presso l’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli mentre sono in rinchiusi in carcere i tre aggressori accusati di tentato omicidio.

GLI AGGRESSORI – In manette sono finiti: Adriano Grillo, 40 anni; la moglie Giovanna Lotti, 38 anni; e il 17enne figlio della coppia. La famiglia da qualche tempo si era trasferita da Quarto a Marano. L’uomo è rinchiuso nel carcere di Poggioreale, la donna nella casa circondariale di Pozzuoli mentre il minore nel centro di prima accoglienza ai Colli Aminei.

AGGREDITA NEL NEGOZIO CINESE – Dalle immagini che vi proponiamo in esclusiva si vedono padre e figlio accanirsi con brutale violenza contro la donna, che viene colpita ripetutamente con calci e pugni tra gli scaffali di un negozio cinese. In particolare, da quanto ripreso dalle telecamere, è il figlio del 40enne a colpire per primo la vittima che dopo aver ricevuto un calcio cade a terra. L’uomo viene fermato da alcuni dipendenti, ma a quel punto entra in scena il padre che inizia anch’egli a colpire la donna. (Il video è sconsigliato a un pubblico sensibile)