Si risveglia durante il suo funerale, esce dalla bara

ROMA – Potrebbe essere l’inizio di un film, non si sa se tragico o comico, ma quello che è successo a Roma pare sia la realtà. In una Chiesa in zona Prati si stava svolgendo un funerale, fin qui nulla di insolito, se non che ad un certo momento il coperchio della bara si è mosso e dopo poco aperto: l’uomo “deceduto” si è alzato davanti allo shock di parenti e amici. E’ la storia di Flavio M. 53enne romano “era” venuto a mancare due giorni fa per un malore improvviso che lo aveva colto nella sua abitazione mentre stava con la moglie. Morto per tutti, anche per i parenti più stretti. Che hanno organizzato il funerale, ma durante la messa qualcosa non è andato come previsto.

UN MIRACOLO PER ALCUNI – La funzione religiosa era arrivata quasi al termine, quando è successo il “miracolo”, per alcuni così è sembrato, il gelo ha pervaso tutti i partecipanti, compreso il sacerdote, alla vista dell’uomo uscito dalla bara. Il cognato ancora sotto shock ha dichiarato ad un giornale locale: «Io ero li, in prima fila, non credevo ai miei occhi, non riuscivo a muovermi ero pietrificato, come del resto tutti gli altri. Ha iniziato a ringhiare e ad emettere dei mugugni, come si è rialzato si è guardato intorno con gli occhi iniettati di sangue e poi si è scagliato sull’altare contro il prete».

PRENDE A MORSI IL PRETE – Infatti l’uomo catapultatosi fuori si è precipitato contro il prete e lo ha preso a morsi. Il sacerdote adesso è ricoverato in ospedale e tenuto sotto osservazione, ma se la caverà con soli 10 punti sul collo. Il “redivivo” dopo il raptus è svenuto ed è stato trasportato in ospedale, dove trascorrerà i prossimi giorni per accertamenti.