Le stanze da letto ghiacciate

SVEZIA – Dormire tra i ghiacci, su un letto freddo e trasparente con un cubetto di ghiaccio come cuscino. Nel piccolo villaggio di Jukkasjärvi, 200 chilometri a nord del Circolo Polare Artico, nella Lapponia svedese, da oltre 20 anni è possibile dormire come in un igloo, si tratta dell’albergo artistico per antonomasia, l’Icehotel. Potrebbe sembrare una pazzia, ma è la pazzia più famosa e incredibile del mondo, oltre che un esperimento esaltante. Questa fantastica quanto avvincente avventura è stata vissuta in prima persona da un brissinese, chiamato nella ristrettissima rosa degli artisti internazionali che hanno dato vita a questa imponente struttura di neve e ghiaccio.

UN’OPERA D’ARTE OGNI ANNO DIVERSA – A realizzare la particolare struttura Elmar Regele, 35 anni, con trascorsi da falegname, ora lavora per la ditta di Varna “Eller” di Peter Eller, specializzata nella realizzazione di arredamenti da interni su richiesta. L’azienda fu chiamata per un progetto nuovo e completamente fuori dagli schemi: realizzare una suite interamente in neve e ghiaccio all’interno dell’Ice Hotel svedese. Per tre settimane hanno lavorato a temperature che hanno raggiunto anche i -38 gradi, realizzando una vera e propria opera d’arte.

L'icebar dell'hotel svedese

APERTO DA DICEMBRE AD APRILE – Dei semplici blocchi di neve e ghiaccio si sono trasformati in qualcosa di più concreto. Ogni inverno i blocchi di ghiaccio giganti prelevati dal vicino fiume Torne di Jukkasjärvi diventano l’Icehotel e l’Icebar. Tutto questo dopo mesi frenetici di martellate, scalpellate, tagli e bevute di vodka di scultori e artisti. Senza contare le tendiniti. E a primavera si scioglie tutto. Per poi risorgere in inverno, un hotel tutto nuovo e diverso ogni anno. L’Icehotel di Jukkasjärvi, situato 17 km a nord di Kiruna, la città propriamente intesa più settentrionale della Svezia, è in funzione ogni anno da dicembre ad aprile ed è stato il primo hotel di ghiaccio del mondo. L’intero hotel è fatto di neve e blocchi di ghiaccio prelevati dal fiume, anche i bicchieri del bar sono fatti di ghiaccio.