POZZUOLI – Anche in città, così come in Campania e in altre regioni d’Italia, si registra purtroppo un incremento sensibile dei contagi dovuti alle numerose varianti in circolazione. Per il momento ciò non si traduce in un aumento delle ospedalizzazioni grazie ai continui progressi nella campagna vaccinale, nonostante alcuni stop legati alla saltuaria mancanza delle dosi. Sono 39 (con 732 tamponi) i casi rilevati nell’ultima settimana, contro i 14 (con 641 tamponi) della precedente, pertanto il tasso di positività subisce più che un raddoppio, portandosi dal 2,1% al 5,2%. Anche il tasso d’incidenza (contagi per 100.000 abitanti) cresce in maniera decisa, passando da 17,5 a 48,7. In seguito ad un ricalcolo effettuato sui mesi precedenti dall’ASL Na 2 Nord, il numero delle vittime totali è salito a 90 (+7), mentre le guarigioni sono aumentate di 195 unità, per cui gli attualmente positivi sono 52.

LA TENDENZA – Nei primi 10 giorni di luglio sono stati rilevati 49 casi, contro i 48 dell’intero giugno, i 325 di maggio e i 656. Negli ultimi 7 giorni i nuovi positivi sono 39 mentre nelle 4 settimane precedenti ne sono stati registrati rispettivamente: 14, 11, 6, 7. Il tasso di positività subisce più che un raddoppio passando dal 2,1% al 5,2%. Continua pertanto l’inversione di tendenza iniziata due settimane fa. I numeri in gioco sono ancora bassi, ma è necessario non abbassare troppo la guardia e continuare con le vaccinazioni che sembrano proteggere dagli effetti più pericolosi della malattia.