POZZUOLI – Attacco dell’opposizione e dei consiglieri del gruppo misto al sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia reo di non ascoltare le proposte in tema di Coronavirus. In un documento a firma di Antonio Caso e Domenico Critelli (M5S), Vincenzo Daniele, Lydia De Simone e Mimmo Pennacchio (Gruppo Misto), Pasquale Giacobbe (Forza Italia) e Raffaele Postiglione (Pozzuoli Ora) accusando il primo cittadino e la sua maggioranza di “voler apparire” e strumentalizzare la vicenda estromettendo le altre parti politiche.

L’ACCUSA –Il momento particolare che vive la Città ed il Paese tutto, -scrivono i 7 consiglieri- richiede la massima collaborazione ed unità di intenti e ci chiama ad un’assunzione di responsabilità maggiore. In considerazione di questo, risulta del tutto puerile e fuori luogo il comportamento del Sindaco e della maggioranza tutta che, con approccio assolutamente strumentale, crea divisioni nel tentativo di capitalizzare politicamente le difficoltà del momento. Il nostro agire risponde unicamente alle responsabilità di forze politiche ed istituzionali, nell’esclusivo interesse della comunità tutta. In questa direzione andava la nostra proposta, risalente alla settimana scorsa, di istituire un “tavolo emergenziale permanente”, con riunioni giornaliere ed in coordinamento col Sindaco ed il COC (Centro Operativo Comunale), al fine di avere una comunicazione univoca ed essere costantemente pronti a qualsiasi decisione da prendere. Proposta declinata, in un arrogante politichese, da parte della Maggioranza. Nonostante questo, il nostro atteggiamento non è cambiato nel ribadire la massima disponibilità a condividere le responsabilità di scelta, cosa che abbiamo confermato ieri in una riunione con il Sindaco e tutti i rappresentati delle forze politiche del Consiglio Comunale. La risposta è stata il comunicato relativo agli sgravi TARI che, in maniera ingiustificabile, estrometteva volutamente tutte le forze politiche estranee alla maggioranza. Alla volontà di apparire, di Sindaco e maggioranza, risponderemo con i fatti, condividendo le misure annunciate relativamente alla TARI e rilanciando la necessità di collaborare nell’interesse della collettività.”

LE PROPOSTE – “Dato il momento difficile che sta colpendo le attività produttive ed il commercio, in attesa di auspicabili interventi governativi, agli sgravi su richiamati, proponiamo di aggiungere anche la sospensione del pagamento dei rateizzi e dell’occupazione di suolo pubblico. All’impegno sul piano sanitario, per il quale è doveroso ringraziare i medici e tutto il personale impiegato, crediamo sia necessario mettere in campo una serie di iniziative in ambito sociale a tutela del cittadino: elaborazione di un piano di Protezione Civile, dedicato ai cittadini costretti all’auto-isolamento, come anziani e persone con particolari patologie. Un progetto teso a sostenere le necessità quotidiane di reperimento di beni di prima necessità, farmaci e altro. Il tutto tramite anche l’ausilio di volontari; comunicazione univoca e capillare per prevenire contagi ed altre ripercussioni negative; controlli serrati sui prezzi dei beni di prima necessità, al fine di contrastare qualsiasi tentativo di speculazione. Soprassedendo alle strumentalizzazioni politiche della maggioranza e stigmatizzando l’atteggiamento assolutamente di parte, anche dello stesso Presidente del Consiglio Comunale, ribadiamo la nostra fermezza nel superare qualsiasi divisione a vantaggio del Bene Comune.”