ULTIM’ORA – Da domani chiuderanno tutte le attività commerciali non essenziali, mentre resteranno normalmente aperti negozi di alimentari e farmacie. E’ questa la nuova disposizione varata dal Governo per contrastare l’emergenza Coronavirus. Lo ha reso noto pochi secondi fa il presidente del consiglio Giuseppe Conte. «Oggi siamo consapevoli che un paese grande e complesso come il nostro bisogna procedere gradualmente, perché tutti possano predisporsi ad accettare i cambiamenti richiesti. Ora è il momento di accettare il passo in più. Ora disponiamo la chiusura di tutti i negozi di vendita al dettaglio. Chiudiamo negozi, bar, pub, parrucchieri, centri estetici, le mense che non garantiscono il metro di sicurezza. Vanno agevolate le ferie, vanno chiusi i reparti aziendali non essenziali. L’Italia rimarrà sempre una zona unica, protetta, ma ora facciamo un passo in più: disponiamo la chiusura delle attività commerciali, ad eccezione di quelle per i beni di prima necessità e le farmacie».

CHI RESTA APERTO – «Industrie e fabbriche potranno continuare a svolgere la produzione a condizione che garantiscano condizioni di sicurezza per i lavori -spiega Conte– Resta ovviamente garantito lo svolgimento dei servizi pubblici essenziali, quindi trasporti pubblici, i servizi bancari, postali, finanziari, assicurativi e tutte le attività per il corretto funzionamento di questi servizi»