POZZUOLI – Un video che riprende un’ambulanza ferma davanti al pronto soccorso dell’ospedale di Pozzuoli e due audio di una donna che parla di nuovi casi di coronavirus ieri pomeriggio hanno gettato nel panico mezza città. Sono Facebook e WhatsApp a fare ancora una volta danni, i due canali di comunicazione più utilizzati dove voci impazzite troppo spesso assumono il carattere di notizia. Dopo le informazioni e le smentite date dal nostro giornale, che ieri sera presente all’esterno del pronto soccorso e in contatto con i sanitari, nella notte ci ha pensato anche il sindaco di Pozzuoli a gettare acqua sul fuoco.

IL MESSAGGIO “Vedo in rete una serie di video e notizie che rimbalzano su nuovi presunti casi di Coronavirus nella nostra città. -ha scritto il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia- Al momento vi confermo che è soltanto uno il paziente con Covid-19, quello di cui vi ho parlato alcuni giorni fa. È in isolamento e la sua rete di contatti è stata individuata ed isolata. Non risultano esserci nuovi casi. Qualsiasi nuovo tampone positivo che dovesse essere verificato e confermato dall’Istituto superiore della sanità, riguardante il nostro territorio, vi sarà comunicato. Vi prego di verificare sulle pagine istituzionali, come la mia e quella del Comune, tutte le informazioni che con chiarezza e totale trasparenza vi saranno comunicate tutte le sere dopo le 22 e di attenervi a queste. Vi invito a non rincorre le voci che si inseguono inutilmente, alimentandole e rischiando di generare soltanto un procurato allarme. Capisco perfettamente la paura che può insinuarsi tra noi in questo momento, ma credo fortemente che noi tutti possiamo continuare a comportarci con il forte spirito comunitario, lo stesso che ci ha contraddistinto il più delle volte ed anche in questi giorni.” ha scritto Figliolia sulla propria pagina Facebook.