ISCHIA – Nessuna tregua ai natanti irregolari e ai pescatori di frodo. I carabinieri della Compagnia di Ischia, imbarcati sulla motovedetta, hanno controllato decine di imbarcazioni lungo le coste di Procida e della stessa isola verde. Trentuno le sanzioni amministrative notificate per oltre 11mila euro: ancoraggio abusivo in area marina protetta, eccesso di velocità sotto costa, mancanza dei documenti di bordo e ancoraggio oltre la distanza consentita da scogliere e spiagge. Per un pescatore oltre 2mila euro di multa per aver piazzate nasse in uno specchio d’acqua riservato alla balneazione. L’attrezzatura è stata sequestrata e i 25 chili di polpi catturati rimessi in libertà giacché ancora vivi. Lavoratore “in nero” anche in mare. I carabinieri hanno scoperto che il “comandante” di un’imbarcazione adibita a noleggio – un charter per turisti – era privo di regolare contratto di lavoro con la società titolare del natante. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.