NAPOLI – Il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania, ha effettuato, in mattinata, controlli straordinari in ambito ferroviario su persone sospette, venditori ambulanti, passeggeri e bagagli. Nella Stazione Centrale di Napoli passano circa 500mila persone al giorno e nel periodo estivo si registra, soprattutto nei fine settimana, un importante aumento del flusso di viaggiatori. Ne discende la necessità di intensificare ulteriormente l’attività di prevenzione e controllo per migliorare i livelli di sicurezza di turisti, pendolari, viaggiatori, clienti dei negozi e operatori.

I CONTROLLI – Il dispositivo di controllo è stato realizzato con pattuglie della Polizia Ferroviaria, in borghese e in uniforme ed il concorso degli uomini della Questura di Napoli, Unità Cinofile, Unità Operativa Pronto Intervento (Uopi) e dei Militari impegnati nell’Operazione “Strade Sicure”. E’ stato altresì disposto un servizio di vedetta con poliziotti posizionati sul tetto della stazioni, muniti di binocolo, per osservare dall’alto e segnalare l’eventuale commissione di reati. Questo sistema integrato di sicurezza, nel periodo estivo, continuerà ad essere attuato, in stretta sinergia con Protezione Aziendale di RFI, con cadenza quasi giornaliera.

AI RAGGI X – Con l’ausilio di tendiflex e dei nuovi desk della Polfer, tutte le persone in ingresso in stazione sono passate sotto lo sguardo vigile dei poliziotti, che hanno anche controllato i soggetti e i bagagli sospetti attraverso l’uso dei metal detector in dotazione. Il dispositivi di servizio approntati ha permesso di conseguire i seguenti risultati: 168 persone identificate; 118 bagagli a seguito di viaggiatori controllati; 1 persona denunciata all’Autorità Giudiziaria; 1 fotosegnalamento; 1 sequestri penale e 2 sequestri amministrativi; 4 sanzioni amministrative.

CONTRAFFAZIONE – Gli agenti hanno sottoposto a controllo, M.N. trentenne senegalese, che aveva al seguito uno zaino nel quale occultava una partita di occhiali contraffatti pronti per lo smercio. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà‎ per i reati di commercio di prodotti con segni falsi e di ricettazione e gli occhiali, riportanti marchi contraffatti di famose case produttrici ‎quali Ray Ban, Prada e Gucci, sottoposti a sequestro.