Rosa Capuozzo

QUARTO – «Pochi giorni fa, in pieno centro a Quarto, una famiglia ha subìto il furto dell’auto. La macchina era utilizzata dai genitori anche per accompagnare la figlia disabile al centro terapeutico. Questa notizia è solo una delle tante che apprendiamo ogni giorno. Con la complicità del fatto che le strade sono spesso o sempre al buio, che il numero degli agenti di polizia municipale è insufficiente, rispetto al numero di abitanti, che le telecamere di videosorveglianza sono un’utopia, la microcriminalità sul nostro territorio si sta allargando sempre più». Questo il grido d’allarme lanciato dal consigliere di minoranza, Rosa Capuozzo. L’ex sindaco di Quarto reclama maggiori controlli e ancora una volta si scaglia contro l’amministrazione, ‘targata’ Antonio Sabino. «Solo due telecamere al Bivio osannate come se fossero telecamere della Nasa. Il sindaco continua la sua personale escalation politica, dimenticando chi lo ha votato e chi gli ha dato questa opportunità – continua in una nota la consigliera seduta tra i banchi dell’opposizione – Se il nostro primo cittadino ha altre ambizioni, prenda finalmente una decisione, lasci la poltrona a chi veramente ha a cuore il futuro della nostra città. Finiamola con questa farsa, noi cittadini abbiamo bisogno di realtà, non di fumo venduto».