saldi (4)
Saldi in sordina come sempre

di Violetta Luongo
CAMPI FLEGREI –
Partiti i saldi a Napoli e nei Campi Flegrei. Ma come prevedibile lo scenario è sempre lo stesso, una triste cartolina che si ripete ogni anno. Sconti, promozioni, grandi cartelloni che inneggiano alle promozioni ma i negozi restano vuoti. A peggiorare la situazione il caldo e la giornata infrasettimanale. Ma non è detto che nel fine settimana le cose possano cambiare, di solito sono i centri commerciali ad esser presi d’assalto.

LA CODACONS OTTIMISTA – Tra le boutique del centro storico puteolano poche le persone che sia aggirano attirati dalle percentuali delle promozioni. Qualche sguardo, alcune smorfie e si va oltre nella passeggiata. Ottimistica invece la previsione del Codacons.  Secondo i consumatori, dopo otto anni, il bilancio dei saldi estivi potrebbe tornare quest’anno a mostrare il segno più.

ATTENTI ALLE TRUFFE – C’è tempo fino al 31 agosto per i saldi estivi ma la Federconsumatori, nel dare alcuni suggerimenti ai consumatori, lancia due importanti avvertimenti, il primo «fare attenzione a non cadere nel raggiro del “falso saldo”: il negoziante aumenta il prezzo iniziale per poi, dato che è una norma di legge, applicare lo sconto, così la cifra torna a essere quella che era prima dei saldi». Il secondo suggerimento è «diffidate dalle percentuali di sconto troppo alte, del 60, 70%, perché c’è la possibilità concreta che vengano messi in saldo fondi di magazzino, e per legge questo non può essere fatto». Quanto alla possibilità di cambiare la merce comprata in saldo è bene tenere presente che è a discrezione del negoziante quando il prodotto non soddisfa per la taglia, o per un colore che non piace, ecc, mentre è obbligatoria, in base alla legge delle garanzie, quando la merce è fallata o non conforme.