male le flegree
Male per le flegree

di Angelo Greco
CALCIO –
Ancora un week end a tinte scure per il calcio flegreo, che nei sei match disputati tra Promozione e serie D raccoglie solo 4 punti dei 18 disponibili. Caporetto in Eccellenza dove perdono “909”, Quarto e Sibilla. Gioisce in D la Puteolana 1902, pari per il Rione Terra e sconfitta interna invece in promozione.

PUTEOLANA 1902 – Ottima vittoria dei granata in casa contro il Monopoli di Tommaso Manzo. A decidere la gara è Babù che, con un destro secco a fine di un’azione personale a 18′ dalla fine, manda in visibilio il Conte. Ora il primo posto play out utile dista solo 2 punti, ed è occupato da quel Pomigliano che i granata affronteranno domenica in trasferta.

 

QUARTO – Perde l’importantissimo match salvezza di Forio il Quarto che sull’isola si trova in svantaggio di due reti dopo solo mezz’ora. Inutile al 93′ la rete di Ciocia che non rende meno amara la sconfitta. Ora domenica mattina a Quarto arriva la Puteolana 1909, che proprio al Giarrusso si giocherà le residue speranze di restare in eccellenza. Per gli azzurri una vittoria vorrebbe dire cancellare al 99% l’incubo ultimo posto.

 

SIBILLA – In una gara senza grossi significati perde la Sibilla a San Marco Trotti. I bacolesi vanno subito sotto in terra casertana e torna a casa con un passivo di 2 – 0. Ora domenica all’ombra del Castello Aragonose arriva lo Stasia alla ricerca degli ultimi punti tranquillità.

 

PUTEOLANA 1909 – Sbaglia la gara la “909” che al Conte incappa forse nella peggiore partita dell’anno. Beffati al 93′ dal San Giorgio ora i granata vedono materializzarsi l’incubo retrocessione. La Puteolana ora può solo vincere a Quarto per cercare evitare la retrocessione diretta che ora sembra dietro l’angolo.

 

RIONE TERRA – Ottimo punto del Rione Terra che in casa della terza della classe fa 0 – 0. Un punto che avvicina ancor di più gli azzurri alla meritata salvezza diretta. Una salvezza ancora da conquistare ma il calendario finale sembra sorridere ai ragazzi di Sicuranza. Buona prova di tutto il collettivo puteolano in terra granata che regge l’urto degli attacchi dei padroni di casa. Menzione d’onore al portiere Compagnone  decisivo in paio di occasioni.

 

MONTE DI PROCIDA – Perde malamente in casa il Monte di Procida che al Vezzuto Marasco cede al San Vitaliano per 3 – 1. Inutile il vantaggio iniziale del giovanissimo Lucignano. I giallo blu ora attendono solo la fine di un campionato anonimo che alla vigilia doveva vederli protagonisti.