esultanza dei giocatori a fine partita

da San Giorgio – E’ ancora presto per alzare la testa, guardare la classifica e fare i conti. Ma la Puteolana 1902 che espugna lo stadio “Paudice” di San Giorgio per 1-0, nell’undicesima giornata del campionato di Eccellenza Campana, lancia l’ennesimo importante segnale alle contendenti per la promozione in serie D. Gli uomini di Ciaramella erano reduci da due esaltanti vittorie, quella per 3-1 nel big-match casalingo in campionato contro la Frattese, e il 2-0 in coppa contro l’Albanova giocata sempre tra le mura amiche; mentre i padroni di casa erano chiamati a riscattare la sconfitta esterna per 2-1 sul campo di una ritrovata Sibilla.

LE SQUADRE – Puteolana 1902 in campo con la divisa bianca a favore di quella granata stavolta dei padroni di casa. Partita che rispecchia le aspettative e si dimostra subito combattuta e ben giocata dai 22 in campo anche se, come spesso accade in categorie combattute come questa, scarna di emozioni almeno a motori freddi. Il San Giorgio non è una squadra che lascia giocare anzi, al pari dei granata, preferisce imporre il proprio gioco con giocatori molto tecnici, aperture lunghe e precise per gli esterni d’attacco Minicone e Muro; oltre a vantare di un centravanti molto fisico, ma in grado di fare gioco e creare spazi, per i centrali di centrocampo in appoggio, parliamo del numero 9 Fortunato Spilabotte. I due esterni di qualità flegrei, Marseglia e Sardo, sono invece chiamati a sacrificarsi in difesa riducendo il numero di proposizioni offensive. Il giro palla del San Giorgio con numerosi capovolgimenti di fronte ed inserimenti offensivi dei centrali di centrocampo sembra impensierire la retroguardia flegrea complici (bisogna dirlo) diversi errori in impostazione e in uscita della squadra ospite. Il match è equilibrato ma all’ottavo arriva il primo brivido per i puteolani: i granata perdono un pallone a centrocampo, la palla arriva in profondità a Spilabotte che si invola verso la porta, ma il suo tiro viene deviato in angolo da un miracoloso Di Mauro che salva il risultato.

cross di Marseglia

IL VANTAGGIO – Il gol sembra essere nell’aria per il San Giorgio che continua a pressare alto sui flegrei. Al 32′ l’azione che fa gridare al gol i “locali”: dalla Destra Carmine Palumbo lascia partire un cross teso che trova impreparata la difesa Puteolana, cross che attraversa tutta l’area sul quale si avventa il piatto di Spilabotte; molto più semplice fare gol che sbagliare, ma il tiro a botta sicura del numero 9 di casa si stampa clamorosamente sul palo. Sospiro di sollievo per i Diavoli Rossi. Come si dice in questi casi: gol sbagliato, gol subito. Al 40’ del primo tempo l’azione parte da Giulio Panico che dalla destra alza la testa e trova sul secondo palo la testa di Roberto Palumbo: l’occasione è troppo ghiotta per fallirla e il numero 9 granata appoggia comodamente in rete andando a segno per la terza partita consecutiva. Nella ripresa la Puteolana gestisce bene il gioco e tiene lontano il San Giorgio senza mai concedere occasioni da rete. Spilabotte ci prova ma a differenza del suo collega di reparto Puteolano non riesce ad incidere sulla partita.

VERSO IL DERBY – Puteolana 1902 che potrebbe addirittura raddoppiare al minuto 72 su un piatto preciso del giovane Apredda, tiro sul quale ci arriva allungandosi in corner, il portiere di casa Di Biase. Il match si chiude così con la vittoria dei Diavoli Rossi che pressano in pianta stabile i piani alti della classifica. Granata che a dispetto delle partite precedenti, costruiscono poco ma fanno tesoro delle occasioni prodotte. Si apre così la sette giorni che porterà domenica prossima al derby flegreo tra Puteolana 1902 e Sibilla.