POZZUOLI – La Puteolana tiene alta la testa, se non della classifica quella dell’impegno, dell’onore ed il rispetto verso una competizione importante, assai importante per i colori granata. Qualità descritte mai mancate, bisogna dirlo, ai puteolani ma puntualmente vanificate da troppe disattenzioni ed errori che hanno mortificato una classifica che potrebbe di certo rispecchiare realmente il valore di questa squadra. Quest’oggi poteva finire con un risultato ancora più gratificante per quanto visto in campo, ma partite come questa vanno “semplicemente” concluse con un goal in più dell’avversario e in effetti così è stato: 1-0 per i diavoli rossi e Puteolana che tiene accesa la lampadina salvezza. Allo stadio “Domenico Conte” in campo la ventinovesima giornata del campionato di Serie D girone H, i padroni di casa della Puteolana 1902 hanno ospitato il Bitonto Calcio.

LA VITTORIA – Partita combattuta e in equilibrio, neroverdi che, con una vittoria farebbero ingresso in zona playoff, ma è una partita sottotono o per meglio dire tenuta a bada dalla cattiveria agonistica degli uomini di Ciaramella che quest’oggi ha prevalso sulle ambizioni pugliesi. Il gol partita arriva al 39’ del primo tempo con una punizione a spiovente di Cigliano sulla quale Granata è intervenuto di testa in area bitontina, beffando Zinfollino in uscita. Timide e infruttuose le reazioni neroverdi ad opera dei soliti Montinaro Lattanzio e Palazzo. Il match termina così come all’andata con un 1-0 che premia meritatamente i padroni di casa ed aggiunge un tassello importante in chiave salvezza.

Puteolana (3-5-2): Romano; Sardo, Stefano Riccio, Granata, Armeno; Cigliano (76° Catinali), Lauria, Fibiano (69° Dublino); Festa (81° Romeo), Celiento, Guarracino (69° Ruggiero). Allenatore: Iodice. A disposizione: Riccio, Basso, Massa, Delle Curti, Ragosta.
Bitonto (4-3-3): Zinfollino; Di Modugno, Biason, D. Colella, Tarantino (54° Capece); Montinaro (88° Esposito), Mariani (54° Passaro), Piarulli; Triarico (74° Taurino), Lattanzio, Palazzo. Allenatore: Loseto. A disposizione: De Lucia, Rapio, Guarnaccia, Zaccaria.

Arbitro: Graziella Pirriatore di Bologna.
Assistenti: Ivan Melnychuk di Bologna, Francesco Raccanello di Viterbo.
Reti: 40° Granata.
Note: gara a porte chiuse. Ammoniti: Montinaro, Sardo, Celiento, Romano.