Ultimi 180' per i ragazzi di Potenza
Ultimi 180′ per i ragazzi di Potenza

di Angelo Greco

POZZUOLI – Due match alla fine del campionato, come due sono i punti che dividono la Puteolana da quell’obiettivo minimo di fine stagione: il play out con il fattore campo a favore. Domenica sul neutro di del Collana (a porte chiuse) ci sarà l’ostacolo più grande, quella Turris che ancora sogna la promozione in Lega Pro e che vorrà conquistare i tre punti in palio. Mentre il Metapontino, la squadra che precede i granata, ospita il Monsopolis, che staziona appena fuori la griglia play off: l’obiettivo degli uomini di Potenza è non perdere contatto con i lucani cercando di sferrare l’attacco vincente nell’ultima giornata di campionato. All’ultima giornata, infatti, al Conte di Arco Felice arriverà il Brindisi, mentre il Metapontino sarà ospite del Taranto.

 

TRE ASSENTI – Saranno tre gli assenti sicuri per la Puteolana: Salvati, Russo e Pastore, tutti appiedati dal giudice sportivo. Scelte obbligate dunque per mister Potenza, che spera di recuperare D’Ascia assente nel grigio pareggio di sabato contro il Bisceglie. Il mister napoletano dovrà scegliere se dare nuovamente fiducia a Scognamiglio al fianco di Signore o far giocare Imbriaco che è un centrale difensivo di ruolo. Con D’Ascia che dovrebbe riprendere il suo posto sull’esterno di difesa, l’altra fascia sarà di Carezza. Visciano a centrocampo potrebbe essere accompagnato da Loiacono, con D’Auria, Siciliano ed uno tra Manco e Napolitano a supporto della punta centrale che dovrebbe essere Pignalosa, ance se alle spalle del centravanti che fino ad oggi ha deluso le attese scalpita Foggia.

 

OCCHIO DIETRO – Se la Puteolana non dovesse fare punti contro la Turris, basterà che il Metapontino non batta il Monospolis per lasciare intatte le speranze di sorpasso nell’ultima giornata. È pur vero, però, che i granata non possono dormire sonni tranquilli dato che Grottaglie e Gladiator pare non abbiano ancora mollato la presa: con i pugliesi dietro di due punti ed i casertani staccati di tre, tutto può ancora succedere in negativo, specialmente con il Grottaglie che domenica è atteso dal Bisceglie apparso scarico nell’ultimo match al Conte. Mancano 180′ alla fine del campionato e c’è da giurarci che fino all’ultimo minuto di recupero nulla sarà deciso.

 

 

LE BUONE NOTIZIE – Intanto buone notizie arrivano dalla juniores nazionale che dopo aver vinto il titolo regionale ha strapazzato il Città di Messina 4 – 0 a domicilio, nel match valevole come andata del primo turno della fase nazionale. Piccole soddisfazioni dunque per il sodalizio granata che quest’anno ha ingoiato molti bocconi amari.