foto Gino Conte

FRATTAMAGGIORE – Inappropriato parlare di “sfida al vertice” appena alla seconda giornata di Campionato ma, nell’ambiente, la partita di ieri tra Frattese 1928 e Puteolana 1902, era già annunciata come “il match” della stagione tra le due compagini meglio attrezzate a contendersi il titolo finale, il salto di categoria. Allo stadio Ianniello per la seconda giornata del campionato d’Eccellenza Campania girone B, la Frattese di Floro Flores ha ospitato la Puteolana 1902 di mister Marra. Partita che ha messo nuovamente a confronto i flegrei con la scellerata gestione Guarino dello scorso anno (attuale presidente in carica della Frattese) i cui ricordi e lividi sono ancora vivi tra i sostenitori granata. Ferite guarite e sanate dal nuovo e ambizioso “progetto Di Costanzo” che però non ha cancellato la rivalità tra le due squadre in una partita particolarmente sentita. Molti gli ex granata ieri tra le file dei nerostellati, praticamente mezza squadra.

foto Gino Conte

EMOZIONI – Buon ritmo in campo ha accompagnato una fase iniziale di studio tra i nerostellati e i granata entrambi preoccupati di non scoprirsi e prestare il fianco all’avversario più che creare gioco e pericolosità. Ma è la Puteolana a mostrare maggiore carattere e a portarsi in avanti. Al quarto d’ora ci prova De Simone ma il diagonale finisce di poco a lato. Passano appena 5 minuti ed è il numero 9 granata Grezio a sfiorare la rete con un colpo di testa su cross di Balzano. La Puteolana sembra essere padrona del campo, ma come spesso accade nel calcio, sono gli avversari a portarsi in vantaggio nel loro momento più difficile. Al 39′ è l’ex conoscenza puteolana Cigliano a lanciare a rete Orlando che chiude la prima frazione in vantaggio per i padroni di casa. Svantaggio che non scoraggia gli ospiti che tornano in campo nei secondi 45 minuti, fiduciosi e propositivi intenti a restituire il “maltorto” subito. Nei primi 20′ è comunque l’equilibrio a regnare in campo in una partita statica senza particolari occasioni. Equilibrio sbloccato al 30′ con una conclusione dell’ex (stavolta nerostellato) Grezio che trova il pari riequilibrando le sorti di un incontro combattuto e giocato ad armi pari per quanto gli uomini di Marra abbiano mostrato decisamente maggiori capacità organizzative in fase di costruzione del gioco.

foto Gino Conte

TIFOSO FERITO – Durante i festeggiamenti per il pari granata, grave incidente tra gli spalti. Un tifoso cercando di arrampicarsi tra le inferriate che separano il terreno di gioco dagli spalti si è ferito gravemente una mano perdendo addirittura un dito. Non propriamente tempestivo l’intervento degli operatori del 118 ostacolati nell’intento di raggiungere il ragazzo a sanguinante, da una cancellata chiusa e priva della chiave che avrebbe potuto agevolare l’operazione di soccorso. I sanitari hanno dovuto scavalcare la cancellata per raggiungere il ferito e condurlo successivamente all’ospedale dov’è tuttora ricoverato.

IL PARI – La Puteolana torna a casa con un punto mostrando però carattere in una partita che ha a lunghi tratti controllato agevolmente e che avrebbe potuto vincere. Resta forte dunque per i granata, la consapevolezza del proprio potenziale per una stagione da protagonista.