Ultimo impegno amichevole per il Real Pozzuoli
Ultimo impegno amichevole per il Real Pozzuoli

BACOLI – Sotto una pioggia incessante, al “Polly Magoo” di Cappella, alle ore 14 cala il sipario: in scena United Futsal Bacoli e Real Pozzuoli. Ultima gara prima dell’inizio della stagione ufficiale, dato che settimana prossima sarà coppa per la truppa di mister D’Alicandro. Quest’ultimo che cercava conferme e che, senza timore di smentita, le ha ampiamente trovate nella gara odierna. Ma andiamo dunque a vedere come è andata la sfida.

LA GARA – Mister D’Alicandro, orfano degli indisponibili Testa, Trincone, Ioffredo, Bucciero, R. Daniele e Lobasso, opta per una formazione ricca di giovani. Tra i pali tocca al giovanissimo Ciotola, portiere di belle speranze, classe ’99. Dinanzi a lui ad agire da centrale c’è Andrea Prencipe, in stato di grazia dopo la bella prestazione di settimana scorsa. Sulle corsie spazio al talento e alla fantasia di Emanuele Daniele ed al sacrificio e alla diligenza di Di Costanzo. A fungere da pivot atipico il brevilineo Ursomanno. Pronti, via ed il Real prova ad imporre il suo gioco. I padroni di casa partono molto concentrati, con la voglia di fare bella figura, ne consegue che gli spazi per i giocatori gialloblù sono intasati. D’Alicandro chiede pazienza ai suoi uomini, invitandoli anche ad abbassarsi per fare giro palla, in modo da allargare ed aprire la difesa avversaria. La pioggia comincia a cadere in maniera sempre più fitta, perdurerà per tutto il resto della gara. Le occasioni latitano, il Real ha il pallino del gioco ma la difesa avversaria fa buona guardia. Dopo circa 15 minuti di studio finalmente si gonfia la rete. Triangolazione di gran classe tra Atrio, Volpe e Pisano. Il primo allarga sulla destra per Volpe che offre un cioccolatino solo da scartare per Pisano che non si lascia pregare e deposita alle spalle dell’estremo difensore avversario. Il goal sembra dare una grande iniezione di fiducia alla squadra viaggiante, mentre, contemporaneamente, fa crollare tutte le certezze difensive maturate dalla squadra padrona di casa durante le prime battute di gara. La compagine bacolese ha l’occasione per pareggiare, ma Orlando salva sulla linea in maniera provvidenziale. Dopo aver corso questo pericolo il Real esce dal suo guscio e comincia a mostrare un buon futsal. La squadra di D’Alicandro, vedremo poi in seguito, segna in tutti i modi, triangolazioni palla a terra, a difesa schierata, in ripartenza, anche con il lancio lungo dalle retrovie, mostrando una grande varietà di soluzioni che sicuramente hanno reso ancora più difficile il compito agli avversari di trovare le giuste contromisure. Il 2 a 0 arriva grazie ad un autogoal rocambolesco. Il Real cambia gli uomini, ma non cambiano le idee. Chiunque entri in campo sa ciò che deve fare e lo fa al meglio. Ancora belle triangolazioni palla a terra, una di queste porta Orlando alla conclusione che sfiora il bersaglio grosso. Il 3 a 0 arriva da lì a poco, Ursomanno riceve dalle retrovie e con un bellissimo pallonetto volante anticipa il portiere avversario in uscita. La pioggia, implacabile, causa l’interruzione della gara per circa 10 minuti. Si attende che spiova, ma l’attesa è praticamente vana. Dopo che il cielo si è leggermente “tranquillizzato” si riscende in campo. Il Real riparte da dove aveva finito, ovvero attaccando in maniera forte e determinata. Daniele porta il risultato sul 4 a 0, capitalizzando al meglio una ripartenza. Gli avversari reagiscono, timidamente, e trovano il goal del 4 a 1, ma riuscire a rientrare in partita è veramente dura per i rossoblù, non per demeriti di questi, ma piuttosto per i meriti dei leoni che oggi sono veramente in grande spolvero. C’è gloria anche per capitan Orlando che trova il 5 a 1 con un destro preciso dopo aver ricevuto la sfera dal generoso Atrio. Ora per il Real ci sono più spazi, la difesa avversaria ha abbassato la guardia ed i giovanotti terribili di D’Alicandro vanno a nozze con questa situazione. A trovare il 6 a 1 è ancora Ursomanno. Il pivot odierno si inserisce ancora con i tempi giusti e con un pò di fortuna, oltre che alla leggera partecipazione dell’estremo difensore, riesce a trovare il goal. Per Scotto Di Vetta c’è la gloria personale del goal: il pivot favorito da un rimpallo deposita in rete con freddezza portando il risultato sul 6 a 2. Dopo tale marcatura la squadra di casa non riuscirà più a trovare la via del goal. Il Real, infatti, si difende bene ed attacca, attacca ancora. Qualcuno diceva: la miglior difesa è l’attacco, ebbene oggi è proprio così. La compagine gialloblù premendo continuamente sulla retroguardia avversaria non rischia praticamente nulla in difesa. I goal continuano ad arrivare: il 7 a 2 lo firma Mellone dopo aver ricevuto da Volpe. Le reti dell’8,9 e 10 a 2 hanno lo stesso autore: Emanuele Daniele. I tre goal sono tutti di pregevole fattura. Quello dell’8 a 2 è un’azione fantascientifica: tocchi rapidi, palla che frulla, Pisano – Volpe – Daniele protagonisti di questa bellissima trama ed alla fine è proprio il folletto puteolano ad insaccare. Il 9 a 2 è invece un passo a due, un valzer tra Daniele e Volpe, con il primo che insacca con un tocco morbidissimo, in pallonetto. La decima rete è una rete più “umana”, ma arriva comunque grazie alla grande caparbietà di Emanuele che ci crede ed insacca. Lo spettacolo non è ancora giunto al suo termine. C’è ancora tempo, infatti, per due reti. L’11 a 2 lo realizza Mellone con un tiro di precisione chirurgica che si va a stampare all’incrocio. Doppietta dunque per un Mellone che continua a evidenziare la sua crescita e risulta essere anche oggi uno dei più positivi. L’ultimo goal di giornata è uno di quelli che ti fanno amare sempre di più questo sport. Lo realizza Volpe, proprio lui che era stato strigliato da D’Alicandro, proprio lui che possiede uno smisurato talento ma che nelle prime uscite non lo aveva ancora mostrato. Oggi decide, per nostra fortuna, di mostrarlo. Dopo la serie di assist c’è la gloria personale. Porta a spasso tutta la difesa avversaria, lascia sedere anche il portiere, dribbling che ubriacano e stordiscono i rossoblù, poi la palla che si conficca in rete. Tanto di cappello. Il goal decreta praticamente la chiusura delle ostilità. Le conferme tanto desiderate sono giunte. La squadra ha mostrato più continuità lungo tutto il corso della gara. Una squadra che è senza dubbio cresciuta da un punto di vista tattico e mentale, oltre al fatto che ha evidenziato una condizione fisica invidiabile. Con questa bella e convincente vittoria si concludono i test prima dell’inizio della stagione ufficiale. Settimana prossima l’esordio in coppa. Il primo appuntamento di una lunga stagione, un primo appuntamento che non va fallito. I leoni lo sanno e lavoreranno duro affinchè possa essere così. Non ci resta che aspettare, con l’auspicio di poter assistere ad una bellissima sfida come quella