lu5_9597POZZUOLI – Pozzuoli supera l’esame di maturità contro la Renzullo Sarno, battuta 89 – 87, e cala il settimo sigillo stagionale. Dopo le sei vittorie “agevoli” nelle prime sei gare di campionato Pozzuoli era chiamata alla prima vera e propria battaglia contro una delle squadre più forti del campionato, la Renzullo Sarno, compagine neo promossa che ha allestito una squadra di altissimo valore. Gara di rara intensità al Pala Errico, decisa solo nei secondi finale dopo che Pozzuoli ha rimontato da uno svantaggio di -15.

LA GARA – Parte fortissimo Pozzuoli che difende forte e attacca bene, sospinta dai soliti Stevens e Harney con Orsini sempre pronto a dare il suo contributo nelle due fasi. Chiuso il primo quarto 25 – 19, Pozzuoli si inceppa nel secondo quarto, Sarno Brucia la retina dall’arco con continuità mentre la Virtus è bloccata dalla difesa a zona e si va al riposo lungo con gli ospiti avanti 50 – 41. Black out dei padroni di casa che continua anche per la prima metà del terzo quarto e i Sarnesi sospinti da un irreale Iannicelli (7/9 da tre) volano a +15. Il capitano Orsini però suona la carica e dà il via alla rimonta dei suoi che chiudono il terzo quarto sotto (60 – 66). Nell’ultimo periodo Pozzuoli sembra avere l’inerzia della gara in mano ma Iannicelli non ci sta e tiene i suoi a galla con le sue triple. Le squadre restano vicine fino alla fine ma Pozzuoli non riesce nel break che le regalerebbe il pari. Harney sale in cattedra e quando manca meno di 1 minuto impatta la gara con una bomba, Sarno dal lato opposto non fa canestro mancano 16 secondi e Pozzuoli ha la palla per fare sua gara la gara. Manco a dirlo ma a prendersi la responsabilità è l’ala americana che va in penetrazione e fa 89 – 87, lasciando però quasi 9 secondi agli avversari per allestire l’azione del pareggio o addirittura della vittoria.

CAOS FINALE – Quando Sarno, dopo il time out, ha l’ultima azione ecco il disastro del tavolo dei giudici che invece di dare i 9 secondi restanti per completare l’azione danno solo 9 decimi, con i viaggianti che non riescono a tirare. Partita finita? no, l’arbitro si accorge dell’errore e rifà giocare l’azione con i 9 secondi, Pozzuoli però difende forte e Beatrice sbaglia la penetrazione e Pozzuoli può alzare con merito le braccia al cielo. La Virtus con questa vittoria mette in chiaro che nella corsa per la vetta ci sta con pieno diritto, Sarno dal canto suo ha dimostrato il proprio valore e non mollerà certo la presa.

TABELLINO

Pozzuoli: Harney 29, Stevens 19, Orefice 10, Longobardi 3, Loncarevic 13, Markovic ne, Errico -, De Rosa ne, Orsini 15, Esposito ne, Mehemdoviq ne, Conforto ne.

Sarno: Rianna 6, Beatrice 13, Moccia 10, Jones 18, De Meo 2, Iannicelli 25, Rusciano 8, Diop 3, Chiavazzo 2, Tortorella ne.