BACOLI – Sarà inaugurato domenica alle 18 il nuovo percorso nei Campi Flegrei di sculture ed istallazioni in dialogo con l’ambiente naturale e il paesaggio. Sede della XV edizione di Land Art Campi Flegrei è quest’anno il Parco della Quarantena, località Fusaro a Bacoli. Tema: la pratica artistica come contrasto al degrado ambientale. È un cantiere artistico che genera cambiamento nella gestione dell’ambiente. L’iniziativa acquista una chiave nuova in cui non per senso del dovere, ma per amore, artisti  e fruitori  imparano ad impegnarsi per una gestione migliore delle risorse umane e  ambientali incamminandosi verso  uno sviluppo  e un futuro sostenibile. All’evento saranno presenti il direttore artistico Davide Carnevale e 21 artisti.

L’EVENTO – Gli artisti sono invitati a “sentire” connessioni con la natura: l’obiettivo dei promotori è far crescere la motivazione a prendersene cura e viceversa la natura ci aiuta   a sviluppare sensi di connessione, appartenenza e responsabilità.  Land Art  Campi Flegrei diventa esperienza spirituale intesa come ampliamento della consapevolezza oltre i confini di una percezione  ego – centrica della realtà, non limita i suoi effetti a una differente  attenzione verso la natura, ma si riflette in ogni campo delle relazioni, a partire da questo nuovo punto di vista si consente  agli artisti partecipanti e ai fruitori di sentirsi parte di un progetto più grande di rivalutazione della  Madre Terra risvegliando in ognuno il desiderio di offrire un contributo di cura  e in senso più ampio al “progetto vita” nei Campi Flegrei.