di Gennaro Del Giudice

calcio
I tre puteolani sono stati denunciati dalla Polizia

NAPOLI – Due squadre composte ognuna da 5 calciatori, come porte le mura di due palazzine, come campo di calcio una piazza. Non peccavano certo di fantasia i 10 giovani denunciati all’alba di sabato dalla Polizia per il reato di “disturbo del riposo personale” che alle 4 del mattino stavano disputando una partita di calcio in strada. Si tratta di 10 giovani di età compresa tra i 20 ed i 23 anni, tre dei quali residenti a Pozzuoli. A sorprenderli sono stati gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale che li hanno denunciati in stato di libertà mettendo fine a un accesso match di calcio a cinque.

 

LA SCOPERTA – I poliziotti sono giunti al campo di calcio in seguito ad una telefonata al 113, che segnalava la presenza dei 10 calciatori in Largo Banchi Nuovi. Al telefono con la centrale i residenti, che lamentavano la presenza di alcuni giovani intenti a disputare una partita di calcio. Giunti sul posto, i poliziotti hanno trovato i dieci giovani divisi in due squadre intenti a giocare a calcio tra urla e schiamazzi con un pallone di cuoio ed utilizzando quali porte le mura di due stabili. I dieci “giocatori” tre di Pozzuoli e sette di San Giorgio a Cremano tutti con un età compresa tra i 20 ed i 23 anni sono stati identificati, denunciati ed il pallone gli è stato sequestrato.