POZZUOLI – Si è svolto nel pomeriggio di ieri, 14 settembre, a Pozzuoli, presso la spiaggia libera di Arco Felice (ex Lido Monachelle), con il patrocinio del Comune di Pozzuoli e dall’Ente CSAIN (Centri Sportivi Aziendali ed Industriali), il V Trofeo di Salvamento, ultima delle quattro competizioni del Rescue Nazionale per categorie Master. L’iniziativa sportiva è contro il sistema della camorra.

LA DISCIPLINA – Il salvamento è una disciplina che prevede gare in acqua (a mare o in
piscina) sia individuali che a squadre, finalizzate a simulare un’azione di salvataggio. In occasione di questa manifestazione, che è arrivata al suo quinto anno nella località flegrea, si sono svolte specialità individuali o staffette cosiddette oceaniche, nel frangente, con la tavola, gare di sprint e di bandierine sulla spiaggia, tutte valevoli per il circuito nazionale 2019 (Supermaster). La squadra risultata vincitrice del maggior numero di competizioni
nonché del circuito nazionale è la società romana ASDC Romaster, la prima a vincere sei titoli italiani consecutivi, capitanata dal napoletano Andrea Longobardo, responsabile anche dell’organizzazione dell’evento.

IL RICORDO – I partecipanti hanno osservato un minuto di silenzio per Antonio
Imperato, ex responsabile CSEN e CSAIN, che ha contribuito fortemente alla diffusione del Salvamento Master.