LICOLA – Un uomo è stato gambizzato durante un tentativo di rapina in una villa tra Licola e Varcaturo. La vittima è un 31enne di origini albanesi, M.H.: domenica pomeriggio, quando è giunto all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli, ha raccontato ai carabinieri che poco prima tre malviventi avevano fatto irruzione nella sua villetta dove si trovava in compagnia di un connazionale. I due avrebbero avuto una violenta colluttazione con i rapinatori durante la quale è stato esploso un colpo di pistola che ha ferito il 31enne alla gamba destra.

L’ASSALTO – Il tentativo di rapina -stando al racconto della vittima- è avvenuto verso le 17.30 in un’abitazione in via Rannola, stradina dell’entroterra giuglianese tra le frazione di Licola e Varcaturo. Il 31enne agli inquirenti ha raccontato di essersi trovato di fronte i tre, dal chiaro accento napoletano, che armati e con i volti coperti da sciarpe e cappelli hanno più volte minacciato lui e l’amico. Dopo essersi rifiutati di consegnare soldi e preziosi i due albanesi avrebbero reagito dando vita a una violenta colluttazione finita nel sangue. Sfumato il colpo i malviventi si sarebbero poi dileguati attraverso le campagne circostanti facendo perdere le tracce. Il 31enne è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasferito in ambulanza al pronto soccorso dove è stato medicato e dimesso in tarda serata dopo essere stato ascoltato dai carabinieri della Compagnia di Pozzuoli e dai poliziotti del commissariato di Giugliano che indagano sull’accaduto.