La motocicletta sulla quale viaggiava Gennaro Punzo

POZZUOLI – Un impatto violentissimo, la moto completamente distrutta, la carrozzeria dell’auto accartocciata, sull’asfalto il corpo senza vita di un 26enne. Ancora sangue sulle strade flegree.  Il tragico scontro tra un’autovettura e una motocicletta: senza scampo il centauro. A perdere la vita è stato un giovane 26enne di Varcaturo, Gennaro Punzo. Il gravissimo incidente, l’ennesimo sul territorio flegreo, è accaduto poco prima delle 20 in via Arco Felice Vecchio, a circa 300 metri dall’ospedale La Schiana.

La Citroen "Nemo" coinvolta nell'incidente

SECONDO UNA PRIMA RICOSTRUZIONE – fatta con l’ausilio di testimonianze sul posto, l’auto, una monovolume Citroen modello Nemo, guidata da una ragazza del posto, era in procinto di svoltare quando è sopraggiunta la motocicletta con in sella il 26enne. La moto viaggiava in direzione Cuma, l’auto nel senso opposto di marcia. Una distrazione, l’alta velocità, una manovra errata (al momento soltanto ipotesi) ed è accaduto l’irreparabile. La moto è andata a scontrarsi contro la fiancata della vettura e per il 26enne di Varcaturo, che probabilmente non indossava il casco protettivo, non c’è stato nulla da fare.

I resti della motocicletta

L’IMPATTO E’ STATO VIOLENTISSIMO – la morte è avvenuta sul colpo, inutili i soccorsi da parte dei sanitari del 118 giunti sul posto. Dopo l’urto, la motocicletta, una Yamaha, è stata letteralmente sbalzata in aria cadendo poi a una ventina di metri dall’auto. Gennaro Punzo, che pare facesse come professione il buttafuori, ha fatto una carambola in aria per poi piombare a terra esanime. Immediato l’intervento del 118, ma per Punzo non c’era più nulla da fare.

La strada dove è avvenuta la tragedia

 

 

UNA SCENA STRAZIANTE – quella presentatasi agli occhi dei soccorritori. Il corpo sanguinante e senza vita del giovane a terra, la moto completamente distrutta, i resti disseminati sull’asfalto. La carrozzeria della vettura accartocciata e la giovane automobilista sotto choc. Sul posto poco dopo sono sopraggiunti gli agenti del Commissariato di Polizia di Pozzuoli, i Carabinieri della Compagnia di Arco Felice, e gli agenti del corpo di Polizia municipale diretti sul posto dal Comandante Carlo Pubblico. E non appena la notizia si è sparsa, sono accorsi parenti. A riconoscere il corpo senza vita del giovane è stata la fidanzata. Pianti, grida, scene di disperazione per una morte assurda. Le forze dell’ordine hanno faticato non poco per mantenere la calma.

La Yamaha sulla quale viaggiava la vittima

DISPOSTA L’AUTOPSIA – Dopo circa un’ora il Pubblico Ministero di turno ha disposto la rimozione della salma e il trasferimento presso l’obitorio del Secondo Policlinico di Napoli dove sarà effettuata l’autopsia. I veicoli sono stati entrambi posti sotto sequestro per consentire i rilievi del caso e accertare responsabilità. Il traffico è andato completamente in tilt, complice il rientro dei vacanzieri dai lidi flegrei. Con la tragedia di Gennaro Punzo salgono a otto morti il numero di morti in incidenti stradali negli ultimi tre mesi e di questi cinque erano motociclisti. Una vera e propria mattanza che sembra non conoscere fine.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]