MELITO – Giuseppe Napoletano, un 35enne di Melito già noto alle forze dell’ordine, Modestino Aruta, 44enne di Napoli anch’egli già noto alle forze dell’ordine e Giuseppe Faraco, 26enne di Giugliano in Campania, incensurato, avevano ognuno il proprio ruolo: il primo spacciava materialmente, il secondo indirizzava i clienti, il terzo era il “palo”. Lo spaccio avveniva all’interno dell’androne di un palazzo su via Vienna in cui hanno fatto irruzione i carabinieri della Tenenza di Melito che hanno tratto in arresto i tre. Durante l’operazione hanno anche sequestrato una cassaforte interrata in cui erano nascoste 88 dosi di cocaina, 149 di crack, 24 di hashish e 48 di marjuana: la chiave era nella disponibilità di giuseppe napoletano. I tre sono stati arrestati per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e dopo le formalità sono stati tradotti a Poggioreale.