POZZUOLI – La scorsa settimana il Commissario dell’Ente Parco Regionale Campi Flegrei, in una lettera indirizzata ai vertici della Regione Campania, ha annunciato le dimissioni a partire dal 28 febbraio in assenza di interventi che potessero rendere agibile il suo incarico e di assegnazione di qualificate risorse umane. 

LE REAZIONI – In una nota l’Osservatorio per la Tutela dell’Ambiente e della Salute, presieduto da Ciro Di Francia, segnala che dopo due anni di totale assenza del Parco, nel 2015 assunse una dura posizione, preannunciando una denuncia alla Procura della Corte dei Conti. “Dopo qualche giorno la Giunta regionale nominò l’architetto Gennaro Carotenuto Commissario dell’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei, con funzioni di Presidente e legale rappresentante.-si legge nella nota- L’Osservatorio gli riconosce il merito di aver lavorato anzitutto per una sede dignitosa e per valorizzare le potenzialità del Parco, con concrete proposte e progetti che hanno visto il coinvolgimento delle associazioni e delle amministrazioni comunali. Tra le iniziative assunte congiuntamente alle associazioni va segnalata quella avviata a febbraio 2017 con l’assessorato all’Agricoltura e Foreste per una migliore valorizzazione della Foresta di Cuma, con la proposta, tra l’altro, dell’istituzione di un centro di educazione ambientale che avrebbe coinvolto le scuole della zona, che avrebbe evitato alcuni gravi episodi, ma rappresentato una preziosa risorsa. Ad oggi non c’è riscontro. Dopo quattro anni, nonostante alcuni significati risultati, non potendo realizzare l’auspicata svolta, l’architetto Carotenuto ha deciso di dimettersi. Una scelta comprensibile, ma molto grave. L’Osservatorio per la Tutela dell’Ambiente e della Salute ha espresso viva solidarietà all’architetto Carotenuto, con l’auspicio che il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca assuma una posizione forte per la revoca delle dimissioni, che una iniziativa venga assunta anche dai sindaci flegrei perché l’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei possa contribuire a creare occasioni  di sviluppo  e di occupazione attraverso l’utilizzo delle inestimabili risorse.”