QUARTO – Una nuova tecnica per derubare le persone. Sono almeno due le vittime della banda di rapinatori attiva tra Quarto e Pozzuoli. L’ultimo episodio risale a ieri mattina: le lancette dell’orologio segnavano le 7 circa. In due, giunti in sella ad uno scooter in via Spinelli, hanno prima tagliato le ruote di una macchina in sosta per poi entrare in azione quando il proprietario della vettura l’ha rimessa in moto. Il malcapitato, notata la gomma a terra, è intervenuto in modo istintivo per risolvere il problema. Ma è in quel momento che i banditi sono entrati in azione: con una pistola in pugno i due hanno minacciato il 70enne per poi fuggire senza particolari difficoltà. L’uomo, sorpreso dai malviventi, non ha reagito e ha consegnato loro quanto chiesto con forza.

LE INDAGINI – La vittima ha sporto denuncia alle forze dell’ordine. Nelle prossime ore potrebbero essere acquisite le immagini delle telecamere di videosorveglianza di un supermercato. L’obiettivo degli investigatori è dare un volto agli autori della rapina messa a segno nella mattinata di ieri in via Spinelli. Due giorni fa, intanto, un simile episodio ha presentato come sfondo l’arteria di via Masullo a Quarto. La modalità d’esecuzione è la stessa: prima è stata bucata la gomma dell’auto, poi il proprietario è stato derubato.