Rame sequestrato dalla Polizia (foto repertorio)

NAPOLI – Cavi di rame dal valore di 40 mila euro rubati scoperti dalla Polizia Ferroviaria. Nel corso dell’incessante attività di contrasto al fenomeno dei furti di rame che causano danni economici ingenti, nonché grossi disagi al sistema di collegamento ferroviario, personale della Squadra di Polizia ferroviaria per la Campania, nel pomeriggio di martedì, ha sottoposto a sequestro un ingente quantitativo di rame.

 

LE INDAGINI – In particolare, in seguito ad incessante attività info-investigativa, nel corso di un controllo effettuato presso una società dedita alla compravendita di materiali ferrosi sita in Palma Campania è stato sottoposto a sequestro un grosso quantitativo di rame, circa 6 tonnellate, in quanto, all’atto del controllo, il titolare dell’attività non è stato in grado di documentarne  la provenienza. Sul posto è stato inviato personale tecnico delle Ferrovie dello Stato che ha riconosciuto una parte di cavi, quantificati in circa 5 quintali, quali provento di alcuni furti verificatisi giorni addietro sulla linea AV Monte del Vesuvio.

 

RAME DAL VALORE DI 40 MILA EURO – Il titolare dell’attività, L.A. di anni 72, è stato indagato in stato di libertà per ricettazione e per violazione della legge ambientale, attesa , altresì, la presenza di rifiuti pericolosi e la mancanza delle prescritte autorizzazioni. Tale sequestro ha inferto un altro duro colpo al commercio ed allo stoccaggio di rame di provenienza illecita atteso che il valore del materiale sequestrato si aggira sui 40 mila euro. Sono in corso ulteriori indagini da parte della Polizia tendenti a risalire ad altri eventuali complici del traffico illecito.