QUARTO – Arrestato mentre stava per intascare 1.300 euro da un imprenditore edile a cui aveva fatto un “cavallo di ritorno” per la restituzione di un autocarro rubato. Così è finito in manette Massimo Catuogno, 32enne di Quarto detto “Motosega”. A mettergli le manette ai polsi sono stati i carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Pozzuoli (diretti dal tenente Luca La Verghetta) e della Tenenza di Quarto (diretti dal tenente Leonardo Rosano).

L’ARRESTO – Le indagini erano partite dopo che circa 10 giorni fa, durante la notte, a Quarto, da un terreno in uso a un imprenditore edile locale era stato rubato un autocarro della sua ditta. I militari avevano avviato subito le indagini accertando la richiesta estorsiva avanzata da Catuogno alla vittima, a cui aveva chiesto 1.300 euro per la restituzione del mezzo. Soldi che l’imprenditore avrebbe dovuto versare la notte scorsa a Bagnoli. Sul luogo del pagamento si sono appostati però i carabinieri e Catuogno è stato bloccato e arrestato in flagranza. E’ stato poi recuperato l’autocarro, lasciato in un vicino piazzale, e restituito alla vittima. L’arrestato, dopo le formalità, è stato tradotto al carcere di Poggioreale con l’accusa di tentata estorsione e ricettazione.