QUARTO – Manca solo la certezza che si potrà conoscere soltanto dopo i controlli degli artificieri, ma il fortissimo sospetto è che si tratti di un residuato bellico. Il presunto ordigno è spuntato fuori durante i lavori di scavo lungo corso Italia, a pochi passi da un distributore di benzina.

PERICOLO POTENZIALE – E’ qui che gli operai si sono ritrovati davanti ai loro occhi quella che potrebbe essere una bomba inesplosa risalente alla seconda guerra mondiale. Ebbene, invece di fermarsi, gli stessi operai hanno proseguito con assoluta naturalezza il loro lavoro, non prima però di raccogliere con le mani lo strano oggetto e riporlo sul marciapiedi di fianco ai loro mezzi. Sul posto carabinieri e polizia municipale, con i caschi bianchi che hanno subito provveduto ad isolare la zona con il nastro e i militari in attesa dell’intervento degli esperti. Saranno appunto gli artificieri del Genio Militare a svelare l’arcano. Resta però una certezza: gli operai, dopo aver spostato “l’oggetto misterioso”, hanno continuato a svolgere il proprio lavoro come se non ci fosse alcun pericolo, seppur potenziale.