Il Sindaco di Quarto Massimo Carandente Giarrusso

QUARTO – Con una missiva inviata al Responsabile dell’Ufficio Legale del Comune di Quarto, il Sindaco, Massimo Carandente Giarrusso, ha ufficialmente chiesto “di predisporre gli atti amministrativi necessari per consentire la costituzione in parte civile del Comune di Quarto in tutti i giudizi che vedono coinvolto l’Ente e relativi ai reati di associazione camorristica; Quarto è stata abbondantemente infangata ed è giusto che chi sbaglia paghi ma anche che non venga fatta di tutta l’erba un fascio. La nostra città ha tante cose belle e non può essere sempre mortificata ”.

ATTESO –  Un atto preannunciato tempo fa dal primo cittadino quartese a seguito degli arresti eccellenti susseguitisi nei mesi scorsi e che hanno fatto balzare Quarto agli onori della cronaca nera. Intanto, nei giorni scorsi, il Comune di Quarto è ufficialmente entrato a far parte del “Nucleo di supporto”, organismo al quale aderiscono rappresentanti di altre amministrazioni, enti e associazioni, che ha lo scopo di coadiuvare l’attività esercitata dall’ Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. “Ho anche chiesto un elenco, un inventario di tutti i beni confiscati e sequestrati alla criminalità organizzata, rientranti nel patrimonio del Comune di Quarto e nell’uso attuale dello stesso, al fine di accelerare i procedimenti di destinazione di tali beni, rimuovendone eventuali ostacoli”- ha spiegato Giarrusso.

CS